Prima esposizione personale d'architettura nella Repubblica Argentina


Palanti, Mario



Scheda bibliografica e localizzazioni delle copie cartacee

Note e approfondimenti

A proposito di Palanti vedere articolo Progetti di Mario Palanti in America Latina, di Maria Mercedes Bares, uscito su "Il disegno di architettura" n.32 del 2006, e confrontare anche il volume Le Costruzioni moderne di Buenos Ayres. Palanti aveva studiato a Brera e al Politecnico di Milano, fece numerosi viaggi artistici e periodi a Roma fino a che non fu richiesto per il Padiglione Italiano all'Esposizione Internazionale di Buenos Ayres, città dove poi si stabilì e dove realizzò molti edifici. Questo volume che raccoglie ben 146 tavole, è il catalogo della sua personale, realizzata quando era ancora agli inizi della professione, con fotografie di opere realizzate e disegni di progetti, che ricevettero molti giudizi positivi sulla stampa argentina. La prefazione è curata da Carotti, suo ex professore; la Relazione è scritta dal Palanti stesso e in fondo c'è l'indice di tutte le opere (tav. 2, 3, 10, 54).
Il suo stile si rifece al Rinascimento e al Barocco e in alcuni casi si ispirò all'Art Nouveau. Nella sua lunga vita realizzò molte abitazioni private in Argentina. Per un breve periodo infruttuoso fu in Italia, nel 1926 conobbe Mussolini, quindi tornò in Argentina. Abbandonò la professione nel 1960 ma le sue opere più interessanti sono degli anni '20-'30.



Crediti

La scansione è tratta dagli esemplari conservati presso la Biblioteca del Dipartimento di Architettura e Pianificazione Territoriale, Università di Bologna. E' vietato riprodurre o duplicare le immagini consultabili nel sito senza l'autorizzazione scritta della Biblioteca proprietaria.
Il progetto è stato realizzato presso il laboratorio SILAB del Dipartimento di Architettura e Pianificazione Territoriale in collaborazione con la Biblioteca del dipartimento e il CIB.